“Serve l’avvocato? Paga il Comune”

L’avvocato amico, a portata di mano, che sappia dare i consigli migliori per risolvere il proprio problema. Gratuitamente, almeno nella prima fase. È nato lo “sportello di consulenza legale Città di Desio”. Una novità interessante, un servizio che potenzialmente è molto utile per i cittadini. La sua istituzione è stata decisa di recente dalla Giunta, dopo l’accordo con il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Monza.

Lo sportello, come spiega l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Roberto Corti «ha il compito di fornire al cittadino un servizio di informazione e orientamento su quesiti di carattere giuridico e legale: il servizio mira ad offrire e diffondere gratuitamente ai diretti interessati informazioni sulle problematiche legali, rafforzando la conoscenza dei diritti dei cittadini».

Una prima bussola, quindi, per aiutare i desiani a districarsi nei mille problemi in cui ci si può imbattere quotidianamente e dai quali spesso, da soli, non si è in grado di uscire. Per quanto riguarda l’accesso alla giustizia, il servizio avrà questi indirizzi: l’illustrazione delle azioni giudiziarie per la tutela dei propri diritti e interessi; l’illustrazione dei tempi e dei costi di un giudizio, con particolare riferimento agli oneri tributari e alle spese legali, anche in caso di “sconfitta” in aula; chiarimenti e informazioni su requisiti e condizioni per accedere alla difesa d’ufficio e al patrocinio a spese dello Stato.

E ancora, come è spiegato nell’accordo, «l’illustrazione delle procedure di risoluzione alternativa delle controversie; delle modalità di pattuizione del compenso; delle formalità necessarie ai fini del conferimento dell’incarico; dei diritti e degli obblighi derivati dal conferimento dell’incarico».

Il Comune di Desio mette a disposizione una sede e un addetto alla segreteria per gli appuntamenti, almeno una volta al mese. Gli avvocati si metteranno al lavoro gratuitamente. In base alle richieste, dopo la prima sperimentazione, il numero di giornate potrebbe essere ampliato. L’avvocato, dopo il notaio: il servizio infatti va ad aggiungersi a quello, da poco attivato, di consulenza notarile preventiva gratuita aperto a tutti i cittadini su questioni, anche pratiche, relative ad esempio all’acquisto della prima casa, alla sottoscrizione o sostituzione di un mutuo, a una eredità, all’apertura di una piccola attività imprenditoriale. Questo in collaborazione con il Collegio Notarile di Milano.

«Dare consapevolezza ai cittadini, far conoscere i diversi strumenti giuridici a disposizione e rilanciare l’imprenditoria locale — sottolinea l’assessore Jenny Arienti — sono obiettivi che come Amministrazione Comunale perseguiamo anche attraverso l’informazione e l’orientamento poiché siamo convinti che tali attività siano reali strumenti di sostegno all’autonomia e alla valorizzazione delle capacità degli individui, permettendogli come fanno, di compiere le scelte piú opportune rispetto alla propria condizione e alle proprie esigenze».

(articolo tratto dal quotidiano Il Giorno)

Precedente Gioco d'azzardo: il Tar dà ragione al Comune Successivo Desio amica delle biciclette