Bilancio di previsione 2020-2022. La relazione del Sindaco

Di questo bilancio triennale l’anno 2020 rappresenta un anno di fondamentale importanza nel percorso di realizzazione del nostro progetto di città.

Il centro come salotto desiano sta prendendo forma con l’apertura dei cantieri delle prime tre porte di ingresso alla città, che vedranno l’ultimazione nei primi mesi del 2020:

1) il tratto C.so Italia/F.lli Cervi darà il segnale a chi entra nel centro cittadino di un luogo in cui l’auto deve rallentare e convivere con la presenza di cicli e pedoni;

2) il tratto Via Garibaldi/Borghetto diventerà una piazzetta con alberature e panchine, nuovo luogo di aggregazione per i cittadini desiani;

3) il tratto Via XXV Aprile/Lampugnani diventerà un vero e proprio atrio d’ingresso per il parco, la biblioteca e villa Tittoni, con uno zampillo a ricordarci lì vicino la presenza della Roggia, che sarà riattivata nell’anno. Al termine dei cantieri sull’asse C.so Italia e Garibaldi asfalteremo le rotaie realizzando il doppio senso ciclabile sull’intera tratta.

Al termine dei lavori la qualità del centro cittadino sarà incorniciata dal monumento del Papa appena restaurato, le fontane funzionanti e il verde rifatto. L’acqua sarà l’elemento caratterizzante le riqualificazioni.

La riqualificazione di Largo degli Alpini è in corso e la sua conclusione è sempre prevista per i primi mesi del 2020. Una nuova piazza collegata a un parco più aperto e fruibile, con una fontana a terra dove i bambini potranno giocare con l’acqua, alberi e gradoni sui cui sedersi a mangiare un gelato.

Alla chiusura dei cantieri nel centro città, si procederà ad attuare la prima “Zona 30” e all’attivazione dei primi due assi a precedenza pedonale tra le tre porte appositamente create, per rendere sempre più vivibile il centro cittadino. Questo tipo di zone infatti, non limitano l’accesso alle auto, ma ne riducono la velocità e aumentano la sicurezza di tutti, riducono il rumore e aumentano la qualità dell’aria, liberano spazio per le persone e per i bambini che possono tornare a vivere lo spazio pubblico di strade e piazze.

Uno spazio pubblico riqualificato, vivo e popolato di persone, che passeggiano e s’incontrano, costituirà il miglior sostegno e stimolo al commercio di vicinato, mantenendo vivo e consolidando il “centro commerciale naturale” del centro cittadino.

Anche i progetti delle “Zone 30” previste nei quartieri di Spaccone, San Giovanni-Bolagnos e San Giorgio sono a buon punto, tanto che gli interventi sono già stati pianificati in due fasi. La prima fase, in sola segnaletica verticale ed orizzontale, verrà eseguita nei primi mesi del prossimo anno. Saranno realizzate le modifiche circolatorie e gli interventi di moderazione del traffico per ridurre le velocità dei veicoli e rendere più sicure le strade. La seconda fase, prevista per l’estate 2020, sarà di consolidamento, e vedrà l’esecuzione dei necessari interventi fisici sulle strade e sui marciapiedi, con la realizzazione di incroci rialzati, allargamenti dei marciapiedi e posa di arredi. Congiuntamente saranno previsti interventi puntuali di messa in sicurezza delle situazioni più critiche, come quella nota dell’incrocio tra via Pozzo Antico e Santa Liberata, e si proseguirà con le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade e dei marciapiedi.

Prosegue inoltre l’attività per rendere Desio una città amica delle biciclette. Nel 2019 sono stati eseguiti degli interventi previsti dal progetto di bilancio partecipativo Bicipolitana, che hanno messo in sicurezza degli attraversamenti ciclopedonali. Nel 2020, quanto già realizzato, confluirà in uno strumento più ampio che si estenderà su tutta la città: il biciplan “DesioinBici”, che costituirà l’ossatura portante della ciclabilità cittadina. Questa azione, insieme alla realizzazione delle zone 30, quasi sicuramente ci consentirà di ottenere il terzo bike-smile della bandiera gialla della ciclabilità italiana, dopo i due ottenuti quest’anno.

Nel 2020 si proseguirà il percorso di valorizzazione di Villa Tittoni e del suo Parco. Attraverso procedure di evidenza pubblica e di coinvolgimento attivo del volontariato locale saranno ampliate e migliorate le attività inerenti la gestione delle visite guidate e saranno avviate le procedure per la gestione dell’info point e della biglietteria della Sala Polifunzionale di cui riprenderanno i lavori con il nuovo anno. Sarà avviata la programmazione sperimentale della Sala che si rivolgerà prioritariamente ai bambini e alle famiglie. La collaborazione con l’associazionismo locale, tra cui i volontari del verde, consentirà di prendersi maggiore cura del parco storico e di effettuare attività didattiche sul tema del verde. La maggiore fruizione della Villa e del suo parco sarà garantita attraverso la programmazione di attività dedicate a grandi e piccini che si sviluppino nell’intero arco dell’anno.

Nel 2020 Desio si sarà configurata pienamente come cittadella dello Sport, un insieme di spazi e strutture dove svolgere attività sportiva di qualità. Il parco di Via Agnesi, a cui avremo trovato un nome adeguato con l’aiuto dei cittadini, sarà pienamente fruibile nei suoi percorsi ciclopedonali, arricchito da uno skatepark ampliato e da una nuova struttura per la pratica del calisthenics. Il palazzetto Aldo Moro, rinnovato dagli interventi strutturali di adeguamento e di messa in sicurezza, continuerà ad essere il punto di riferimento per il basket cittadino, la ginnastica dolce e manifestazioni sportive di varia natura. Poco distante, la Piazza Don Giussani si sarà riappropriata nel periodo primaverile ed estivo della sua vocazione di “piazza dello sport”, spazio all’aperto per l’incontro e la pratica non competitiva di discipline sportive. A fianco del Centro Federale per la Ginnastica Ritmica, inaugurato a fine 2018, le tre principali strutture limitrofe – Centro Sportivo, PalaDesio e piscina comunale – saranno valorizzate da gestioni pluriennali e oggetto dei primi lavori di adeguamento normativo, ristrutturazione degli impianti e potenziamento delle discipline. La diffusione dello sport interesserà in egual misura i quartieri della città, in spazi interni così come all’aperto.

A titolo di esempio l’inaugurazione della palestra di San Giorgio consegnerà alla città una struttura all’avanguardia sotto il profilo dell’attenzione ambientale, delle scelte edilizie e soprattutto della ampiezza degli spazi dove praticare discipline di squadra, con un campo regolamentare da pallavolo e pallacanestro; similmente la realizzazione del progetto di bilancio partecipativo “sportiva-mente San Giovanni” arricchirà un importante polmone verde del quartiere con strutture per il calcio a 5 e la pallavolo.

La priorità di avere scuole sempre più belle e sicure si concretizzerà in un ulteriore ciclo di interventi di riqualificazione scolastica. Un esempio su tutti. Sarà avviata la seconda parte dei lavori di adeguamento antisismico e antincendio della scuola Rodari, un intervento complessivo del valore di 2.500.000 €, che trasformerà la scuola in una struttura all’avanguardia, volta al risparmio energetico, idonea a una didattica moderna e innovativa, con una facciata completamente rivoluzionata i cui colori saranno scelti dagli alunni. Anche il plesso Agnesi/Pirotta sarà oggetto di manutenzioni straordinarie importanti, superiori ai 400.000 euro, finalizzate principalmente all’adeguamento antincendio e al miglioramento del decoro della struttura.

Il metodo partecipativo continuerà ad innervare l’azione amministrativa. Si spazierà
dalla costruzione condivisa con le associazioni delle iniziative culturali e aggregative del 2020 alla progettazione partecipata con i cittadini dei vari quartieri di spazi pubblici per ritrovarsi e stare insieme. La rendicontazione al cittadino dell’operato amministrativo compirà un ulteriore passo in avanti con la pubblicazione e discussione pubblica del bilancio sociale, uno strumento di confronto per capire come vengono spesi i soldi di tutti e secondo quali obiettivi. Verrà ulteriormente perfezionato il meccanismo di segnalazioni al Comune, colmando le lacune evidenziate in fase di sperimentazione e fornendo al cittadino delle risposte più precise in tempi certi.

Sul fronte della sicurezza in città sarà progressivamente esteso agli altri quartieri il servizio di Polizia di prossimità, dopo San Giorgio, Spaccone e San Giovanni dove è partito in via sperimentale, e si proseguirà con l’estensione della videosorveglianza cittadina secondo il piano stabilito. Saranno inoltre installati altre colonnine utili alla rilevazione periodica della velocità per migliorare la sicurezza stradale.

Dopo i lavori di sostituzione delle lampade con tecnologia Led in buona parte dei quartieri San Giorgio, Spaccone, Prati, Stazione e piazza Don Giussani, effettuati nel 2019, nelle prossime settimane inizierà il rifacimento e riqualificazione dell’illuminazione di via Lampugnani e parco degli Alpini. Nel 2020 si procederà con attività di manutenzione e/o sostituzione di corpi illuminanti nelle zone soggette a maggior frequenza di guasto, in attesa che si arrivi all’affidamento pluriennale del rifacimento e gestione di tutto il sistema di illuminazione pubblica attraverso il cosiddetto progetto “Illumina” per la quale il comune di Desio è capofila e per il quale è prevista la pubblicazione della gara a cavallo del 2019-20.

Dopo aver finanziato nel 2019 la progettazione della sistemazione della sede dell’ex Tribunale finalmente si procederà nel 2020 ad assegnarlo come sede all’Agenzia delle Entrate che diventerà così un servizio più centrale e accessibile a tutti i cittadini. Per gli altri edifici di proprietà pubblica attualmente inutilizzati, si proseguirà nella ricerca di possibili operatori pubblici e/o privati interessati ad un loro recupero e sfruttamento, non essendo disponibili, allo stato attuale, le risorse pubbliche per una loro sistemazione.

Nel prossimo biennio il filo conduttore di tutti gli interventi di politiche sociali sarà sempre di più la prevenzione delle situazioni di crisi, la presa in carico precoce, l’individuazione in forma preventiva delle problematiche e degli strumenti idonei a scongiurare le emergenze. Si intende potenziare un approccio preventivo alle problematiche sociali come metodologia di lavoro, quale quello nato dall’esperienza della Scuola Genitori; si proporrà attraverso incontri nei luoghi di aggregazione dei quartieri un focus sui caregiver, in particolare di persone anziane; continuerà il monitoraggio delle situazioni a rischio abitativo, garantendo il pieno utilizzo delle risorse destinate all’housing sociale. I rapporti di collaborazione con le altre agenzie, in primis Codebrì, che costituiscono il nostro sistema di welfare locale, continueranno ad essere impostati con uno sguardo alla metodologia di rete, con l’obiettivo di creare sempre più risposte ai bisogni dei nostri cittadini anche attraverso protocolli con i Servizi Specialistici (UONPIA) ed accordi con il Terzo Settore su temi come il Dopo di Noi (Progetto Vicini di Casa).

A livello di programmazione di Ambito, grazie al finanziamento ottenuto tramite bandi FAMI, si avvieranno interventi innovativi di capacity building come i progetti sull’integrazione e la tutela sanitaria dei cittadini di Paesi terzi.

Sul fronte dei servizi alla cittadinanza, nel primo semestre del 2020 si concluderà l’avvio dello “Sportello del cittadino”: il cittadino non dovrà più spostarsi all’interno dell’ente per ottenere servizi e informazioni ma avrà un unico punto di accesso e un unico luogo nel quale soddisfare le proprie necessità informative e di servizio.

Inoltre, in collaborazione con le farmacie comunali, sarà allestito un kit di benvenuto per nuovi nati, il cui contenuto è in via di definizione, che potrà essere ritirato presso le 3 farmacie di proprietà pubblica. Sono attualmente in corso le procedure di affidamento per l’estensione del servizio di collegamento a Internet di tipo WiFi presso Piazza Conciliazione, Piazza don Giussani e Giovanni XXIII, Largo e parco Alpini, piazza Cavour e le zone interne dell’edificio comunale.

Sosterremo l’occupazione mediante il rifinanziamento dello Sportello Lavoro con l’incremento delle ore di apertura, per favorire ancora di più l’incontro tra domanda e offerta.

Ci occuperemo dell’importante tema della sicurezza sul lavoro attraverso azioni specifiche che coinvolgano anche gli istituti scolastici.

Sul fronte del commercio incentiveremo il commercio di vicinato mediante la riproposizione del bando rivolto all’apertura di nuove attività nonché alla riqualificazione di quelle esistenti, rilanceremo le attività del Distretto del Commercio e lavoreremo, insieme ai commercianti, sull’incremento delle iniziative di animazione nel centro città.

Nel 2020 proseguirà la progettazione della nuova piattaforma ecologica con annesso centro del riuso. La realizzazione dell’opera, molto innovativa nell’ambito del riuso, non avverrà prima dei prossimi due anni. L’individuazione di ARERA come entità pubblica preposta al riordino della gestione dei rifiuti, la modifica dei criteri di calcolo e la conseguente indeterminatezza di alcuni aspetti finanziari nel calcolo della TARI non ci consentirà di introdurre la tariffa puntuale il prossimo anno, come avevamo pianificato. Nel 2020 si concluderanno i lavori di caratterizzazione della cava di Via Baraggiole e della sua relativa bonifica e/o messa in sicurezza, ove necessaria. A seguire si ripeterà l’iter, molto più complesso, anche per la cava di Via Molinara.

Oltre a continuare nell’opera di repressione del fenomeno dell’abbandono di rifiuti, si studieranno sistemi che incentivino la raccolta differenziata con modalità premianti. Infine, in ottemperanza al contratto di servizio d’igiene urbana con Gelsia Ambiente, si provvederà alla consegna una tantum, a tutte le utenze di un secchiello aerato da 10 litri, per la raccolta dell’umido e di un bidone carrellato, per la raccolta della carta per le utenze condominiali.

L’amministrazione comunale continuerà ad intervenire con opere di manutenzione sia ordinaria sia straordinaria, sull’ingente patrimonio di appartamenti di sua proprietà.
Anche nel 2020 si continuerà a dedicare una speciale attenzione agli animali. Dopo l’istituzione dello sportello del benessere animali, avvenuta nell’ottobre 2019, nel corso del prossimo anno si organizzeranno: la 2^ edizione del corso del patentino per i cani, incontri seminariali nelle aree cani e si metterà mano alla progettazione di una nuova area di sgambamento per gli amici a quattro zampe.

Contiamo di avere raccolto, anche per questo bilancio, le necessità dei cittadini e aver predisposto adeguate risposte ai loro bisogni: dal supporto sul fronte sociale, al miglioramento della vivibilità della città, all’ampliamento dell’offerta culturale, ricreativa e dei servizi, alla pulizia della città e all’incremento della sicurezza.

 

(nella foto sopra, “Omaggio ai Migranti”, Brianza Pride 2019)

Precedente Cerimonia di consegna della cittadinanza onoraria Successivo La Desio che cambia